08
Lug

La misteriosa torre Eben-Ezer

Nel 1930, a soli 18 anni, Robert Garcet iniziò a lavorare nelle cave di silice nella zona di Jeker. Nel 1960 riflettendo sugli orrori della seconda guerra mondiale, decise di costruire una torre simbolo della la pacifica convivenza dell’umanità.

La torre Eben-Ezer si trova in Belgionella provincia di Liegi. Fatta di macerie di selce, la torre, di sette piani, domina la valle di Geer ed è fortemente influenzata dalla Bibbia e dalle antiche civiltà. Alla sua sommità, si trovano quattro grandi sculture, i cherubini dell’Apocalisse: un toro, un uomo a forma di sfinge, un leone e un’aquila.

Garcet visse nella torre fino alla morte, nel 2001. Oggi Eben-Ezer ospita uno splendido museo ed una mostra che ripercorre la storia della costruzione della torre e l’azione pacifista di Robert Garcet. Uno spazio educativo interattivo chiamato “Geospadium” conduce i visitatori in un mondo quasi fiabesco e permette loro di scoprire le diverse caratteristiche della selce.