29
Set

La magia del Palio Nazionale delle Botti delle Città del Vino

Palio Nazionale delle Botti delle Città del Vino

La finalissima del Palio delle Botti tenutasi a S. Venerina in Sicilia ha offerto uno entusiasmante spettacolo con la partecipazione di 10 squadre provenienti da diverse Città del vino d’Italia qualificate nelle precedenti fasi. Organizzazione impeccabile da parte del Comune guidato dal sindaco Salvatore Greco e della Pro Loco di S. Venerina presieduta da Salvo Spadaro per presenza di cronometristi ufficiali e scelta di un percorso di 1400 metri nel centro storico, seppur impegnativo tra salite e discese, dove gli spingitori hanno condotto le botti di 500 hl facendole rotolare con una tecnica da esperti. La tappa finale e’ stata vinta dalla squadra di Maggiora (Novara), 2°Avio(Trento), 3°Refrontolo (Treviso),4°Santa Venerina (Catania),5°Furore (Salerno),6°Brentino Belluno (Verona),7°VittorioVeneto(Treviso),8°Cavriana(Mantova),9°Lamezia Terme e 10 °Bianco (Reggio C). La squadra di Lamezia Terme guidata da Gregorio e Saveria Sesto dell’associazione L’Albero della Vite e costituita da tre spingitori Antonio Candurro, Vincenzo Cimino e Giuseppe Pugliese, migliorando la tecnica di spinta e di conduzione della botte sia nel percorso di abilità cronometrica che nella gara, è riuscita a risalire di un gradino la graduatoria della precedente tappa tenutasi a Bianco. Il Palio delle Botti di S. Venerina e’ stata l’occasione per mettere in mostra la vocazione viticola del territorio (fino a 10 distillerie nel passato secolo), a rivitalizzare tradizioni, usi, cultura del vino, ricchezze culturali, ospitalità, costumi tipici ed enogastronomia nella cornice coreografica di carretti siciliani, musiche di tamburello e scacciapensieri, alimentando le tradizioni enologiche delle terre del vino d’Italia. Per la finalissima a S. Venerina tutti presenti i sindaci dei comuni partecipanti e il presidente nazionale di Città del vino Floriano Zambon a sancire le solide relazioni tra i Comuni dove il vino è sempre protagonista, attrattore e motore di economia.