18
Mag

La limetta, agrume sorprendente

Il nome proprio è quello di Citrus limetta o limonetta rotonda, è un agrume più noto con la definizione di piretta calabrese ma la cui conoscenza non è particolarmente diffusa.
Quando in Calabria si parla di limoni il pensiero va, inevitabilmente, al celebrato Limone di Rocca Imperiale.
Della limetta, piccolo e profumato agrume, non si hanno molte informazioni sulla sua comparsa, probabilmente giunse e si diffuse in Calabria alla fine della dominazione bizantina o all’inizio di quella araba a cavallo tra VIII e IX secolo d.C.
Secondo altre indicazioni la presenza della piretta (o Limetta) sarebbe attestata con certezza agli albori del XVIII secolo.
La sua diffusione è limitata alla storica area di produzione e cioè quella piana di Sibari che è, per definizione, il luogo principe della frutticoltura regionale.
La pianta della limetta cresce con la forma e la struttura di piccoli alberi, più spesso simili ad alti cespugli ramosi e spinosi.
Il frutto è piccolo e tondo, si caratterizza per un profumo delicatissimo con una buccia giallo-verde, di spessore fine ma ricchissima di oli essenziali che insieme alle caratteristiche organolettiche della polpa ne fanno un prodotto particolare anche da un punto di vista nutraceutico (ricchissimo di vitamina C e potassio).
I suoi estratti sono consigliati anche per regolarizzare i problemi gastrici, oltre che ovviamente come integratore vitaminico contro gli effetti delle influenze e del raffreddore.
Il succo abbinato ad un pizzico di sale è impiegato dalla farmacopea tradizionale contro la nausea. Con le sue scorze viene prodotto un ottimo liquore digestivo.
La limetta è uno dei tanti prodotti che SlowFood segue e tutela con i suoi presidi.