28
Nov

La commissione parlamentare antimafia si riunirà a Reggio Calabria

La Commissione parlamentare antimafia, nella prima riunione oggi pomeriggio, ha stabilito che le prossime sedute si terranno a Reggio Calabria il 9 e il 10 dicembre e a Milano il 16 e 17. La proposta della presidente Rosy Bindi è stata infatti quella di dare in via alle attività in due regioni emblematiche della pervasività dei poteri criminali.

«Vogliamo individuare alcune priorità – ha detto la presidente Bindi – ed essere d’impulso alle scelte che nelle sedi istituzionali dovranno essere fatta per rafforzare e rendere più efficace la strategia di contrasto delle mafie. Come Commissione abbiamo il compito di verificare l’efficacia delle politiche di contrasto. Dovremo prestare grande attenzione ai cambiamenti del modo di operare dei poteri criminali e al tempo stesso valorizzare e censire tutte le realtà formative e civili che contribuiscono a rafforzare la cultura della legalità. Abbiamo un grande lavoro alle spalle ma anche un lungo cammino da fare, soprattutto in Europa. Il semestre italiano deve diventare un’occasione per affermare anche nell’Unione e in una fase di profonda crisi economica la priorità della lotta alla criminalità organizzata e il valore della legalità».

A Reggio Calabria la Commissione ascolterà il ministro della Giustizia Cancellieri e il procuratore nazionale antimafia Roberti e svolgerà audizioni di amministratori, soggetti istituzionali e rappresentanti dell’associazionismo impegnati nella lotta alla ‘ndrangheta. Nella due giorni di Milano saranno affrontati i temi delle infiltrazioni al Nord e nell’economia legale, con particolare attenzione all’appuntamento dell’Expo con le audizioni del ministro dell’Interno Alfano e del direttore della Direzione investigativa antimafia Arturo De Felice, amministratori, soggetti istituzionali, esperti, rappresentanti dell’associazionismo. La presidente Bindi ha inoltre annunciato che entro la fine dell’anno si svolgerà una missione nella Terra dei Fuochi.