17
Ago

La buccia riversa del Bergamotto

La protagonista di questa perizia artigiana è la buccia riversa del Bergamotto. L’agrume più straordinario ed unico della regione, ricco proprietà nutritive e salutari, consente infatti di costruire oggetti unici, “viventi” e profumati.

Andiamo con ordine. Del Bergamotto sono note le qualità organolettiche e l’impareggiabile valore dell’essenza e gli oggetti di cui stiamo per parlare nascono dalla cultura contadina della Calabria Greca e dal riuscito tentativo di utilizzare ogni singola parte di questo agrume. Nel XIX secolo era d’uso ed anche di moda realizzare tabacchiere di ogni forma e materiale, la funzione era quella di avere a disposizione un contenitore per conservare e portare con se il tabacco da pipa o da fiuto; non era un’usanza da ricchi, le tabacchiere erano molto diffuse anche tra i contadini ed in riva allo Stretto il materiale scelto era, appunto, quello della maneggevole buccia di bergamotto. Nacque cosi la tabacchiera in buccia riversa di bergamotto, un piccolo capolavoro della cultura popolare calabrese,  che – peraltro – consente anche una stupefacente aromatizzazione del tabacco.

Ma è grazie alla creatività di giovani aziende agricole ed artigianali che oggi alla tabacchiera si sono uniti moltissimi altri oggetti, dai cofanetti ai segnaposto, da piccoli portagioie a vere e proprie composizioni floreali e tutto all’insegna dei colori della terra e di una fragranza aromatica che resiste nel tempo e colpisce sempre.

“Mi sembra, signore, che voi mi dobbiate una risposta e io delle tabacchiere di bergamotto. Mi sdebito con otto, poi ne verranno altre. Mai la terra aveva prodotto tanto bergamotto, apparentemente per farvi piacere”

Marcel Proust – All’ombra delle fanciulle in fiore