18
Nov

INTERVISTE – A Cosenza la mostra della contraffazione

Cosenza mostra contraffazione

Reperti archeologici e opere d’arte sequestrate dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza, messe in mostra nell’ambito di una nuova iniziativa, “Bello ma falso, tutta un’altra storia!”, organizzata insieme all’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Mario Occhiuto, in collaborazione con il Mibact.

Si tratta di oggetti ancora in buono stato di conservazione e che imitano classi di produzioni ceramiche tra le più note in Italia meridionale. In alcuni casi i carabinieri hanno addirittura rintracciato laboratori con strumenti di falegnameria e apparati informatici e in cui operava un “artista” specializzato nella realizzazione di falsi e venduti poi online.