08
Mar

Internet veloce, il Sud “viaggia” meglio del Nord

Il Sud inverte la tendenza. Gli ultimi dati del rapporto Ismea-Svimez hanno promosso le regioni meridionali come migliori investitori ed esportatori di prodotti agricoli, e anche per quanto riguarda il settore terziario, anche questa volta fa meglio del Centro Nord.

A dirlo il nuovo report redatto da SosTariffe (storico portale specializzato). Oggi, è più facile trovare al Sud Internet super veloce. Dove è più alta la presenza di reti fibra ottica a 100 Megabit. Il risultato deriva dai grossi investimenti pubblici con fondi europei 2007-2013, ai quali il Sud deve il 70% della copertura attuale .

La regione che vanta la percentuale più alta di comuni raggiunti dalla fibra, è proprio la Calabria, con quasi il 57% della copertura regionale.

Ma i numeri cambiano quando si parla di velocità di connessione. Dai dati estrapolati dallo Speed Test di SosTariffe, solo il 13% degli utenti che ha utilizzato la connessione ha superato i 90 Mbit/s e nessuno – in tutta Italia – ha raggiunto 100 Mbit/s di velocità, nonostante molti utenti abbiano abbonamenti di livello anche superiore, a 200 e 300 Mega.

In poche parole, in Italia è alta la percentuale relativa alla copertura a banda larga, ma è forte il ritardo sull’effettivo utilizzo.

Altro problema, le competenze digitali: solo il 44% degli Italiani ha infatti una discreta conoscenza del web, contro una media europea del 56%.

E se la tecnologia “viaggia” super veloce, l’equazione effettivo utilizzo – competenze digitali, ha ancora dei “down” clamorosi.