06
Mar

Inchiesta “Robin Hood”: Nazzareno Salerno rimane in carcere

salerno

Resteranno in carcere Nazzareno Salerno e Ortensio Marano, indagati nell’operazione ‘Robin Hood’ condotta dalla Procura ordinaria e dalla Dda di Catanzaro.

Questa la decisione del Tribunale del Riesame di Catanzaro che non ha accolto le richieste dei legali. L’operazione ‘Robin Hood’ è scattata lo scorso 2 febbraio, mirata a svelare la distrazione di fondi comunitari destinati al ‘Credito sociale’, ossia alle famiglie più bisognose, e dirottati, invece, con manovre illecite sulla Cooperfin Spa, di Ortensio Marano società esterna alla Regione.

La gestione del Credito Sociale veniva così, con pressioni e minacce, sottratta a Fincalabra, ente in house e destinata all’ente Calabria Etica, incapace, diversamente da Fincalabra, della gestione economico-finanziaria richiesta dal progetto.