03
Feb

Inchiesta “Energopoli”: danno erariale da 13 milioni di euro

La Guardia di finanza di Crotone ha segnalato alla Corte dei Conti un danno erariale di 13 milioni di euro in merito ad una presunta truffa sulla mancata realizzazione del Contratto di programma di Scandale per la costruzione di una centrale a turbogas. L’indagine denominata “Energopoli”, si riferisce ad un danno relativo all’indebita percezione di finanziamenti a carico del Bilancio nazionale e della Regione Calabria.

12 le persone indagate, tra cui l’ex amministratore delegato della “Barclays bank”, Vittorio Maria De Stasio, Aldo Bonaldi, accusato di essere l’organizzatore della presunta truffa, Michelangelo Marinelli, amministratore della Pianimpianti spa, l’imprenditore Corrado Ciccolella, Alessandro Argentini, direttore finanziario della Eurosviluppo industriale, Giuseppe Laratta e Andrea Gobbi, amministratori del Consorzio Eurosviluppo.