30
Apr

Il Crotone sfiora l’impresa contro il Milan, 1-1. Il sogno salvezza continua

crotone milan

Il Crotone è chiamato all’ennesima sfida impossibile, un’altra gara da vincere ed altri tre punti fondamentali per continuare a credere nella salvezza.

In uno stadio Ezio Scida sold out, i pitagorici affrontano il Milan di Montella. I calabresi si presentano al completo, mister Nicola ha lavorato in settimana con tutti i ragazzi e caricato la squadra per un match fondamentale. I rossoneri, dopo il ko nell’ultimo turno contro l’Empoli, devono vincere per restare agganciati alla zona Europa. Montella deve fare a meno di Romagnoli, Sosa e De Sciglio. Ritrova una maglia da titolare Locatelli, mentre in attacco riconferma l’attacco Delofeu-Lapadula-Suso.

Parte subito forte il Crotone che su calcio di punizione con Barberis non trova il gol solo grazie ad un perfetto intervento di Donnarumma che vola all’incrocio dei pali.

Ma è il preludio al vantaggio del Crotone che arriva all’ottavo minuto di gioco quando Trotta fredda Donnarumma dopo aver approfittato di una clamorosa distrazione della difesa rossonera.

Inizio disastroso del Milan che in difesa rischia ad ogni affondo del Crotone ed a centrocampo fatica a costruire gioco.

I rossoneri si affidano troppo spesso ai lanci lunghi ma Lapadula viene sempre fermato dalla retroguardia pitagorica. Al 40esimo Suso pescato in area da Deulofeu tira di destro e chiama alla prima parata Cordaz. Lo spagnolo si sveglia e due minuti dopo scalda ancora le mani al portiere crotonese che devia in angolo il destro insidioso del numero 8 rossonero.

È l’ultima emozione del primo tempo.

E nella ripresa, il copione non cambia. Il Crotone attacca e va subito vicino al gol del raddoppio ancora con Trotta ma questa trova sulla sua strada un super Donnarumma.

Gol sbagliato e gol subito. La legge del calcio non perdona ed al 50esimo il Milan trova il pari. Sugli sviluppi di un corner, Kucka di testa fa la sponda in area e trova Paletta pronto alla zampata vincente. 1-1 e risultato in parità.

Gli ospiti cambiano marcia e prima Lapadula, poi Kucka, si rendono pericolosissimi ma il Crotone si salva. Rosi respinge sulla linea il tentativo dell’ex Pescara mentre Cordaz allunga il piede sulla conclusione di destro del numero 33 rossonero.

I pitagorici soffrono ed il cambio di modulo di Montella che ha optato per il 4231, mette in difficoltà i padroni di casa ormai chiusi in difesa.

Non succede più nulla, nel finale da segnalare solo l’espulsione di Kukca per doppia ammonizione. Il Crotone ferma il Milan allo Scida e guadagna un altro punto pesante nella corsa salvezza.