21
Lug

Harry Warren, un calabrese da Oscar

Dopo Tony Gaudio raccontiamo la storia un altro calabrese da Oscar, Harry Warren, autore di numerose canzoni e colonne sonore del cinema americano come Chattanooga Choo Choo e That’s amore cantata da Dean Martin. Harry Warren, al secolo Salvatore Antonio Guaragna, nacque il 24 Dicembre 1893 da Antonio, calzolaio e Rachel De Luca, entrambi originari calabresi trasferiti a Brooklyn, New York. Suo padre cambiò il nome della famiglia in Warren. Anche se i suoi genitori non potevano permettersi le lezioni di musica, Warren sviluppò un precoce interesse per la musica e imparò a suonare del padre la fisarmonica, cantando nel coro della chiesa. Aveva iniziato a suonare la batteria già a 14 anni abbandonando la scuola a 16 anni per suonare con una band. Ma la sua passione è il pianoforte ed inizia ad accompagnare anche le proiezioni cinematografiche suonando dal vivo.

Dal 1918 inizia a suonare per la Marina Americana, quando aveva già fatto ingresso nel mondo del cinema americano presso gli studios Vitagraph con mansioni amministrative. La sua prima canzone di successo fu “La rosa di Rio Grande” (1922), con testi di Edgar Leslie. Negli anni 20’ compose altri successi tra cui “I Love My Baby (My Baby Loves Me)” e “Seminola” nel 1925, “In My Gondola” nel 1926 e “Nagasaki” nel 1928. Ha iniziato a lavorare per la Warner Brothers nel 1932, in coppia con Al Dubin per scrivere la colonna sonora del primo musical blockbuster, 42nd Street. Continuò a lavorare lì per sei anni, a scrivere le partiture per 32 altri musical. Successivamente passò comporre per la 20th Century Fox  e la MGM nel 1944, scrivendo per i film musicali , come Le ragazze di Harvey e The Barkleys di Broadway , molti interpretati da Fred Astaire.

In seguito ha lavorato per la Paramount , a partire dai primi anni 1950, scrivendo per il  film Just for You  per Bing Crosbye , per Dean Martin e Jerry Lewis.  Warren è ricordato soprattutto per la scrittura di partiture per i film di Busby Berkeley; hanno lavorato insieme in ben 18 film. Hollywood lo premiò con l’ Oscar per la migliore canzone per tre volte, collaborando con tre differenti parolieri: ” Lullaby of Broadway ” con Al Dubin nel 1935, “”I’ve Got a Gal in Kalamazoo”  ” con Mack Gordon “On the Atchison, Topeka and the Santa Fe con Johnny Mercer nel 1946.

E’ stato nominato per undici Oscar. Warren ha scritto più di 800 pezzi tra brani e canzoni tra il 1918 e il 1981 eseguiti in 56 film ed è stato numero uno per nove settimane, vendendo 1,2 milioni di copie. Morì il 22 settembre 1981 a Los Angeles  e fu sepolto nel Westwood Village Memorial Park Cemetery. Sulla sua lapide sono incise le prime note di “Mai saprete”. Nel suo quartiere di origine, Brooklyn gli è stato dedicato un teatro. La Cineteca della calabria gli ha dedicato l’edizione del Premio Mario Gallo 2010 con un concerto della Raffaele Borretti band.

di Eugenio Attanasio – Presidente della Cineteca della Calabria