18
Giu

Ecosostenibile e bio, Malia Lab rivoluziona la moda (VIDEO)

La capacità di reinventare, trasformare una prassi consueta in qualcosa di nuovo, vivo. Introducendo un singolo elemento all’interno di una pratica dal sapore antico. Sono le doti che in fondo cerchiamo anche nel vissuto quotidiano di ognuno di noi. Ed è qui che c’è l’essenza più completa del concetto di innovazione.

Se poi questa capacità si riesce a trasferire su processi produttivi che attengono produzioni, come l’arte di creare vestiti in Calabria, che si perdono nella notte dei tempi, nasce qualcosa di speciale. Soprattutto se ad essere utilizzati sono prodotti totalmente naturali, rigidamente nati cioè per essere utilizzati sulla nostra pelle. Senza alchimie, processi chimici o altri artifici umani. Una scelta, se vogliamo anche ideologica, che fa della sostenibilità e dell’uso consapevole delle risorse un punto di forza. Una scelta che è alla base dell’idea che ha dato la spinta a Flavia Amato, stilista, modellista ma soprattutto «sognatrice» – come si definisce – a far nascere “Malia Lab”, l’atelier che sorge a Guardavalle.