03
Ott

Il Giro d’Italia ritorna in Calabria, due tappe

E’ ormai diventata tradizione, la tappa calabrese del Giro d’Italia. Sempre attesissimo, ma mai come quest’anno. La pandemia infatti rischiava seriamente di compromette l’intero tour, ma l’organizzazione del Giro è riuscita a superare gli ostacoli ed a regalare a tifosi ed appassionati chilometri di corsa con i campioni delle due ruote.

Ritorna, dunque, anche in Calabria il Giro d’Italia. Per la 103esima edizione del tour ciclistico più importante del Paese sono state programmate due tappe nella nostra regione. In particolare, mercoledì 7 ottobre la quinta tappa del Giro si svolgerà interamente in territorio calabro con partenza da Mileto e arrivo a Camigliatello Silano: 225 chilometri di media montagna. Seguirà il giorno successivo la tappa che inizierà a Castrovillari, nel Pollino cosentino, per terminare dopo 188 chilometri a Matera in territorio lucano. Ricordiamo che l’edizione 2020 del Giro d’Italia è stato stravolto dalla pandemia, ma vedrà il via il 3 ottobre da Monreale e si concluderà il 25 a Milano, arrivo di tappa per la 78esima volta nella storia.

Rispetto al programma originale con la Grande Partenza in Ungheria, il percorso è tutto racchiuso nel territorio italiano: ha perso circa 80 chilometri di lunghezza (ora sono 3.496,8) ma ne guadagnati 6 a cronometro (da 58,8 a 64,7). Confermate la “Cima Coppi” ai 2.758 metri d’altezza dello Stelvio, la “Montagna Pantani” a Piancavallo, e la “Tappa Bartali” da Alba a Sestriere. Saranno sette gli arrivi in salita, di cui sei in alta montagna – uno in più del percorso “ungherese”, – tre le tappe contro il tempo e sei per velocisti.