30
Mar

Estorsione e aggressione: ai domiciliari Francesco Argento, vicesindaco di Gizzeria (Cz)

francesco-argento

Il vicesindaco di Gizzeria, in provincia di Catanzaro, Francesco Argento e il fratello Michele, sono stati arrestati e posti ai domiciliari dai carabinieri di Lamezia Terme, con l’accusa di estorsione.

Il tutto sarebbe nato dalla denuncia di un operaio che lavorava proprio in un’azienda dei due fratelli Argento. L’uomo, infatti, si sarebbe rivolto ai sindacati per ottenere il pagamento degli stipendi arretrati dopo il licenziamento ma, in cambio, avrebbe ricevuto minacce e aggressioni, fino alle percosse.

L’arresto è stato emesso dal Gip di Lamezia.