29
Giu

ESCLUSIVA – Sacal, parla il presidente De Felice: “Puntare sempre in alto ma servono sacrifici” (INTERVISTA)

Bongarzone

“Per il futuro bisogna volare sempre più in alto.” Esordisce così Arturo De Felice, il nuovo presidente della Sacal, la società che gestisce l’aeroporto di Lamezia Terme, insieme a quelli di Reggio Calabria e Crotone, intervistato in esclusiva nel suo nuovo ufficio, stanza da cui in queste ore e nei prossimi giorni si definiranno tutte le strategie per rilanciare gli aeroporti calabresi.

“Bisogna puntare a fette di mercato ancora più ambiziose – ha detto il numero uno di Sacal – ma abbiamo le potenzialità e la struttura e soprattutto la voglia di fare, e un rinnovato entusiasmo che sto vedendo tra il personale della società.”

De Felice, poi, ha parlato della sua elezione “rapida” da parte del CdA che ha preso atto della decisione dell’assemblea pubblica, fugando ogni dubbio sulle possibili dimissioni di alcuni membri del Consiglio.

“Non ho avuto alcun sentore. Il Consiglio ha preso solo atto della volontà sovrana dell’assemblea, unico punto dell’ordine del giorno e per continuare a lavorare. Andremo avanti e lo faremo con tanta pazienza, impegno e passione.”

A preoccupare maggiormente c’è poi la situazione di crisi che riguarda gli aeroporti di Reggio e Crotone, ma la strategia di De Felice è chiara:

“Purtroppo la realtà è questa ma bisogna intervenire con saggezze e buon senso non solo da parte di Sacal ma di tutti. Stiamo acquisendo, in maniera definitiva, la gestione dell’aeroporto di Reggio a partire dal 15 luglio. A Crotone, invece, ho rassicurato tutti sulla riapertura che avverrà il più presto possibile.”

“Ma la riapertura – precisa De Felice – non sarà soltanto uno spot ma basata su un’efficace programmazione nei confronti degli utenti, della città e dell’hinterland di Crotone. Vogliamo essere certi che le compagnie aeree che voleranno a Crotone saranno durature e che rispetteranno gli impegni presi e a lungo.”

Infine, la preoccupazione dei lavoratori e i possibili licenziamenti:

“I lavoratori sono la prima cosa in un’azienda, lo sappiamo bene, ma occorre comprendere una cosa molto semplice: è inimmaginabile che tutto possa restare come prima, altrimenti non ci sarebbero stati due fallimenti.”

“Noi siamo pronti a formalizzare le nostre richieste di lavoro sia su Reggio e presto anche su Crotone – ha concluso De Felice – con la massima attenzione e oculatezza, istituendo anche una commissione di gara per valutare tutti i curriculum e le professionalità che ci serviranno da subito, sperando che nel tempo crescano per dare più occupazione possibile, parallelamente alla crescita del volume di traffico e di affari dell’aeroporto.”

 

Di seguito l’intervista esclusiva realizzata dalla News & Com: