03
Nov

Dieta Mediterranea in vetrina a Londra

Dieta Mediterranea Londra

«Già classificata tra i brand più conosciuti al mondo, patrimonio Unesco, la Dieta mediterranea oggi diventa, grazie all’impegno della Regione, uno dei più grandi attrattori dei nostri territori, un biglietto da visita, riconosciuto anche dalla stampa internazionale e che sta portando le nostre eccellenze, le peculiarità e il valore nutrizionale, nel resto del mondo».

Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale Orlandino Greco.

«Grande impulso è stato dato – prosegue Greco – dall’approvazione della Legge da parte della Regione sulla “Valorizzazione della Dieta Mediterranea”, che ha evidenziato il valore sociale e culturale di questa pratica alimentare che non è soltanto un insieme di prodotti ma costituisce un modello di sviluppo sostenibile unico al mondo, tramandato da generazione in generazione. Dopo decenni, si riconosce la paternità alla Calabria, la comunità scientifica internazionale attraverso il Seven Countries Study, iniziato da Ancel Keys nel Minnesota nel 1947 e conclusosi attraverso indagini sul campo nel 1957 a Nicotera, riconosce come “Dieta Mediterranea Italiana di riferimento quella di Nicotera”. Oltre 70 anni e attraverso una lunga casistica e documentazione raccolta negli anni, gli alimenti e lo stile di vita a fondamento della dieta mediterranea sono riscontrabili e rintracciabili esattamente laddove questa nasce, in Calabria. Scientificamente dunque soltanto i “nostri” alimenti posseggono i requisiti nutrizionali che validano gli aspetti benefici della dieta, proprietà organolettiche specifiche e calcolate attraverso l’Indice di Adeguatezza Mediterranea (Iam), che diventa la base per la classificazione dei prodotti che saranno riconosciuti attraverso un marchio identitario. Alla base della Legge vi è la promozione di corretti modelli nutrizionali che aiutano a prevenire le malattie cronico degenerative e la disponibilità di materie prime rispondenti a criteri di sicurezza, qualità e integrità alimentare per mantenere e migliorare lo stato di salute».

«Il prossimo appuntamento è a Londra, dal 7 all’11 novembre – aggiunge Greco – in occasione del World Travel Market (Wtm) 2018, vetrina sull’offerta turistica regionale per il pubblico internazionale. La Regione continua così il suo viaggio alla scoperta e conoscenza di questo patrimonio come ricchezza immateriale della tradizione calabrese e che ben si sposa con un altro elemento chiave il Turismo Slow/Lento, che determinerà le iniziative del prossimo anno. In rappresentanza della Regione presiederò all’evento come portavoce proprio della legge che porta la mia firma; con me, al tavolo della conferenza stampa: “La Dieta Mediterranea: un patrimonio da salvaguardare e valorizzare. Dal cuore dei borghi calabresi il segreto del buon vivere e della longevità”, per parlare di alimentazione buona e sostenibile, lo chef Francesco Mazzei, ideatore dell’evento cultural-culinario a Cerchiara di Calabria “No Waste, cucinare senza spreco” e ambasciatore dell’enogastronomia calabrese nel mondo».