01
Ago

Costa Viola, l’antica scalinata del fortino di Bagnara

Percorso francese fortino Costa Viola

Un’antica scalinata, utilizzata in passato dalle donne di Bagnara, per portare a mare le ceste di uva che poi caricate sulle barche venivano portate nel palmento per produrre il vino.

E’ uno dei territori più affascinanti e misteriosi della Calabria. Siamo sulla Costa Viola che collega Palmi e Bagnara Calabra e che deve il suo nome ai particolari riflessi violacei che si intravedono sullo specchio del mar Tirreno. Qui – con passione e dedizione – un gruppo di cittadini amanti del trekking e del turismo lento hanno riportato alla luce, metro dopo metro, l’antico “Cammino francese”. L’ultima scoperta, solo in ordine di tempo, è la parte terminale della scalinata del fortino che porta fino a mare, diventata tappa principale del Sentiero del Tracciolino.

Il fortino – costruito dai francesi durante la loro occupazione, agli inizi dell’800 – conduce al tunnel militare di Murat dove era posto un cannone a difesa della spiaggia di Rochi, utilizzato come difesa per respingere le incursioni inglesi.

Costa Viola