03
Feb

Cosenza, Daspo urbano: contrasto alla prostituzione e ai parcheggiatori abusivi

Cosenza daspo urbano

Sedici Daspo urbani emessi da dicembre a gennaio. E’ il risultato di un’operazione a vasto raggio conclusa dagli uomini della Questura di Cosenza guidati da Giancarlo Conticchio.

Il blitz ha permesso di identificare e sanzionare parcheggiatori abusivi e prostitute in prevalenza di nazionalità rumena, bulgara e nigeriana.

Nel territorio di Corigliano, sono state comminate 114 sanzioni da 500 euro ciascuna per un totale di 57mila euro e sequestrati 49 veicoli di presunti clienti sorpresi sulla statale 106. Le attività hanno inoltre portato all’arresto di un trentacinquenne rumeno accusato di estorsione, induzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

L’uomo avrebbe ‘acquistato’ una ragazza che per circa dieci anni sarebbe stata costretta a prostituirsi per poi consegnare al suo protettore tutto il guadagno. La donna, secondo quanto emerso, sarebbe stata torturata e picchiata ripetutamente.

Altri cinque Daspo urbani sono stati notificati nella città di Cosenza ad altrettanti parcheggiatori abusivi che operavano in centro. In totale sono 27 i parcheggiatori fermati, 13 sanzioni le sanzioni comminate.