15
Lug

Contrasto alla prostituzione sulla SS106: 6 arresti nel Cosentino

Personale della Squadra mobile di Cosenza, in collaborazione con quello di Rossano (Cs), hanno dato esecuzione a sei ordinanze di custodia cautelare, emesse dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, nei confronti di sei soggetti accusati di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. (VIDEO)

L’attività di indagine ha avuto inizio nel gennaio del 2015, quando nella Sibaritide, lungo la SS 106, era stata notata la folta presenza di ragazze dedite alla prostituzione.

Le ipotesi investigative sono supportate da numerosi riscontri video e fotografici, oltre che da intercettazioni telefoniche, controlli su strada, appostamenti e pedinamenti, denunce sporte da alcune prostitute.

Nel corso delle stessa operazione sono stati eseguiti numerosi controlli su strada, con l’ausilio del Reparto prevenzione crimine Calabria, per verificare la posizione giuridica delle prostitute straniere presenti sul territorio italiano. Sono state accompagnate negli uffici di Polizia 15 donne di nazionalità albanese, rumena, serba e nigeriana. Nei loro confronti sono stati adottati 3 provvedimenti di espulsione dallo Stato Italiano e 2 denunce per inosservanza alle prescrizioni previste nel foglio di via obbligatorio.