09
Dic

Cinema, vicino lo Swith off: a rischio molte sale calabresi

Calabria Film Commission

Cinema calabresi a rischio. Con l’imminente passaggio dalla pellicola in celluloide al formato digitale (switch off cinematografico) venti storici cinema calabresi, impossibilitati a sostenere le spese economiche necessarie per la riconversione tecnologica delle sale, rischiano la chiusura. Il consigliere regionale Emilio De Masi, insieme a Domenico Talarico, ha depositato un’interrogazione indirizzata all’assessore alla Cultura Mario Caligiuri al fine di conoscere se, e quali misure, la Regione intende adottare nell’immediato per sostenere gli esercenti. «Secondo i dai dati diffusi da “Cinetel” e dall’Associazione nazionale esercenti Cinema (Anec) – spiega Emilio De Masi – i costi della digitalizzazione si aggirano tra i 70 e i 100mila euro; cifra astronomica se si considera che la maggior parte dei cinema calabresi operano in piccoli centri di provincia, dove gli incassi annui non consentono di affrontare tali spese».