22
Nov

Il cielo nella Grotta dei Glowworm

Il cielo stellato in una grotta. Niente di artificiale, solo la straordinaria luce di migliaia di piccole lucciole che illuminano la Grotta dei Glowworm, una delle tante caverne sotterranee della Nuova Zelanda. “

“Queste grotte sono infatti abitate da milioni di glow-worm, insetti bio-luminescenti che emettono dei bagliori che variano dal verde al blu e sono presenti nel mondo solo in Nuova Zelanda. «Magici abitanti», che in lingua Maori vengono chiamati «titiwai», che ogni anno incantano migliaia di turisti che arrivano da tutto il mondo per prendere parte a questo sorprendente spettacolo della natura.

(Dove Viaggi)

 

A sud di Auckland, dopo aver attraversato ricchi terreni agricoli delle regioni di Waikato e King Country si giunge a Waitomo. Sotto le verdi colline di Waitomo si trova un labirinto di grotte e fiumi sotterranei, il nome deriva dalle parole Maori wai (acqua) e tomo (buca). Le famose grotte Waitomo Glowworm conquistano il cuore dei viaggiatori con le loro incredibili stalattiti, stalagmiti e altre formazioni calcaree.

Le grotte furono esplorate per la prima volta nel 1887 da un capo Maori locale, Tane Tinorau, e da un geometra inglese, Fred Mace. Il popolo neozelandese conosceva l’esistenza delle grotte da molto prima, ma non aveva mai raggiunto le caverne sotterranee fino a quel momento. Al loro interno scorre un fiume, e per varcarlo è servita una zattere «su misura», costruita con steli di lino. Poi con le esplorazioni successive fu scoperto anche l’accesso superiore, che è l’ingresso attualmente utilizzato per i tour guidati.

(Dove Viaggi)

 

Foto di Nicole Geri