21
Nov

Catanzaro, violenze e minacce ai danni di una ragazza: in manette due rom

Nella serata di ieri, agenti della Squadra mobile della Polizia di Stato di Catanzaro hanno tratto in arresto due persone appartenenti alla comunità rom catanzarese. Si tratta di Simone Bevilacqua, cl. ’80, e di Franco Bevilacqua, cl. ’75. I due, infatti, sono considerati i responsabili dei reati di sequestro di persona, violenza sessuale e riduzione in schiavitù a danno di una giovane donna, anche lei appartenente alla comunità nomade del capoluogo. La ragazza, nelle scorse settimane, aveva denunciato alle forze di Polizia una serie di episodi di violenza subiti dai due Bevilacqua, con percosse e minacce a mano armata perché la donna rifiutava di prostituirsi. I due, inoltre, erano già noti alle forze dell’ordine per alcuni reati contro la persona e il patrimonio e per la violazione della disciplina in materia di armi e stupefacenti. I poliziotti della Squadra Mobile del Capoluogo li hanno rintracciati fuori dagli indirizzi di residenza, dopo qualche ora di ricerche concentrate nella zona sud della città, nei quartieri dove vive la comunità nomade.