15
Set

Catanzaro, processo “Piana”: condanne ridotte in appello per due imprenditori legati alla cosca Giampà

Durante il processo di secondo grado con rito abbreviato, relativo all’operazione “Piana”, condotta dalla Dda e dalla Dia di Catanzaro nel 2013, sono stati condannati gli imprenditori Davide Orlando e Roberto Piacente, rispettivamente a 4 anni e 8 mesi e 3 anni e 2 mesi di reclusione. L’inchiesta ha fatto luce sui presunti legami tra la criminalità organizzata e gli imprenditori. Secondo le accuse, infatti, gli imprenditori avrebbe volutamente messo a disposizione le proprie attività commerciali alla cosca Giampà, un accordo che avrebbe favorito effetti economici positivi per le parti ma è stato comunque escluso il reato di associazione mafiosa.