28
Ago

Il Cammino Basiliano, 1044 chilometri e 72 tappe per scoprire fede e storia

Il Cammino Basiliano, arriva «dopo quattordici anni di studio, otto anni di cammino e di revisione delle tracce Gps» ed è stato ultimato dalla associazione Camminatori Basiliani. Un viaggio che mescola fede e storia e percorre la Calabria da nord a sud per 1044 Km, soprattutto su sentieri e piste. Il percorso inizia a Rocca Imperiale e termina a Reggio Calabria. Ogni tappa del Percorso corrisponde a una giornata di cammino e in totale sono 72, con le varianti si arriva a 56 tappe e in ogni check point si trova da dormire e da mangiare. L’accoglienza che si trova è rappresentata da monasteri, castelli, B&B e ospitalità diffusa.

«È un Cammino di fede, arte, storia, minoranze linguistiche greche e albanesi, foreste, natura incontaminata e paesaggi tra mare e monti»

Carmine Lupia

L’Italia attraversata da una fitta rete di cammini religiosi, culturali, storici, naturalistici, si arricchisce di un ‘Cammino’ che ha l’obiettivo di promuovere cultura, arte, ambiente, tradizione ed enogastronomia, ma anche personaggi storici, piccoli centri (ben 120 comuni calabresi), antropologia, biodiversità, ecosistemi e paesaggio ambientale, agrario e forestale. Come sottolineato dall’ideatore del progetto, Carmine Lupia: «Il Cammino Basiliano permetterà di conoscere monasteri, chiese e fortezze orientali, che evocano le atmosfere del Monte Athos, dell’Armenia, della Siria e della Turchia, e castelli, chiese e monasteri latini al punto che al visitatore sembrerà di trovarsi in Germania, Francia, Belgio, Spagna o in Inghilterra. Si tratta di un itinerario che collega tra loro alcuni luoghi che testimoniano della vita di tanti dotti, monaci e santi orientali e occidentali, veri e grandiosi pilastri della civiltà occidentale. E’ un cammino, spirituale, di cristianesimo, di pellegrinaggio e di memoria orale che tramanda e decanta le imprese degli eroi greci e latini e le gesta dei paladini di Orlando e medievali. E’ un autentico viaggio alla scoperta delle radici antiche dell’Europa nel Mediterraneo».