25
Gen

Brescia, spaccio di droga in stazione: in manette un 56enne di Cosenza (VIDEO)

'ndrangheta Lombardia

La stazione ferroviaria di Brescia era diventata sede di spaccio di droga. Il gip di Brescia Carlo Bianchetti su richiesta dei pm Eliana Dolce e Carlo Milanesi ha disposto misure cautelari per nove persone.(GUARDA IL VIDEO)

Fondamentali nell’indagine denominata “48 morto che parla”, le intercettazioni telefoniche su utenze che gli spacciatori intestavano a terze persone, in un caso addirittura ad una persona deceduta.

Coinvolto nell’operazione un’impresa familiare costituita da una coppia di tunisini che inviava parte dei guadagni anche ai propri cari nel paese di origine. Nel corso dell’indagine sono stati arrestati in flagranza di reato sei persone e sequestrati 1,5 chili di eroina e 300 grammi di cocaina. In manette sono finiti tre tunisini, di 48 e 32 anni ed anche un 56 enne di Cosenza. Due bresciani di 36 e 46 anni, un albanese di 34 e un tunisino di 44 anni sono finiti agli arresti domiciliari, mentre la misura del divieto di dimora a Brescia è stata disposta per un milanese di 37 anni.