08
Lug

Brancaleone, sequestrati due noti stabilimenti sul lungomare

Brancaleone

La Guardia costiera di Bianco e i Carabinieri hanno posto i sigilli a due stabilimenti sul lungomare di Brancaleone .
Nel primo è stato riscontrato che i lavori di manutenzione e ristrutturazione sono stati svolti senza autorizzazione amministrativa ad occupare l’area demaniale marittima. La concessione era infatti scaduta nel 2008 e non era più stata prorogata. L’altra anomalia è stata riscontrata nell’effettiva occupazione misurata: 423 mq contro i circa 88 della concessione scaduta. I militari hanno identificato una persona con l’accusa di occupazione abusiva di demanio marittimo e di violazioni paesaggistico-ambientali per realizzazione di opere in area vincolata, ed hanno posto sotto sequestro preventivo l’area demaniale marittima, su cui sono presenti un chiosco in legno e una pavimentazione con mattoni in cotto.

In un altro controllo è stato denunciato, alla Procura di Locri, il titolare di un ristorante per il reato di abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo, innovazioni non autorizzate e violazioni paesaggistico-ambientali. Posta sotto sequestro, dunque, una superficie di circa 33 mq sulla quale era presente una veranda e un’area asservita al locale commerciale.