13
Feb

Bit 2015: ecco tutti i dati sul turismo in Calabria

Presentato a Milano, nel corso della 31esima edizione della Bit, il rapporto sui dati relativi al turismo, relativi al 2014, con un particolare “focus” sul “sentiment del turismo in Calabria: oggi e domani”, realizzato con la collaborazione della associazioni di categoria e di alcuni operatori turistici. Nello specifico, sono stati approfonditi diversi aspetti dell’offerta ricettiva, come ad esempio l’accessibilità, il grado di innovazione tecnologica e gli aiuti previsti dalla Programmazione regionale e adottate dal Dipartimento del Turismo mentre non sono mancate, le analisi relative ad altri aspetti del comparto turistico quali parchi, centri storici, turismo religioso, musei, enogastronomia, wedding tourism ecc., e sull’importanza della promozione turistica, attraverso il “web tourism” e il portale della Calabria.

Secondo dunque il rapporto, il flusso degli arrivi in Calabria, nel 2014, è stato di 1,402 milioni, per un totale di circa 7,762 milioni di pernottamenti. Gli stranieri che hanno alloggiato in strutture ricettive calabresi, sono stati invece circa 207.368, fermandosi mediamente 6,71 giorni, e producendo 1,389 milioni di presenze. Se si analizzano proprio le presenze, si evince che gli italiani rappresentano il 79,1% del turismo calabrese, gli stranieri il 20,9%, questi ultimi, arrivano soprattutto da Germania (29,2%), Russia (9%) e Francia (8%). La provenienza dei turisti italiani conferma invece, la prossimità e il turismo interno alla regione: dalla Campania arriva il 30,4% dei turisti italiani, dalla stessa Calabria il 12,4%, dal Lazio il 12%, dalla Puglia il 10%. Immutata la propensione di “fare vacanza” in Calabria, nel periodo estivo: il 40% infatti, ha pernottato in una struttura ricettiva regionale nel mese di agosto mentre l’85%, fra giugno e settembre.