14
Set

Berlino, la Capitale che non dorme mai (VIDEO)

BERLINO Capitale della Germania, segnata dal crollo del  muro e dal Memoriale dell’Olocausto, divisa durante la Guerra fredda è oggi una delle mete europee più visitate per il divertimento all’aria aperta, le attività nel verde, castelli, laghi ed anche il famoso zoo. Più di 2.500 parchi e giardini a Berlino mostrano il lato tranquillo della metropoli. Appassionati di jogging, skater, famiglie animano i polmoni verdi della città, e ogni angolo diventa luogo ideale per fare un picnic con gli amici.

“Berlino combina la cultura di New York, il traffico di Tokyo, la natura di Seattle, ed i tesori storici di, beh, di Berlino” ha affermato una volta il politologo giapponese Hiroshi Motomura. 72 ore per scoprirla tutta è un lasso di tempo troppo breve, ma è abbastanza per subire il fascino delle sue attrazioni principali. L’importante è sapere dove andare.

Porta di Brandeburgo – Berlino

La Porta di Brandeburgo è senza dubbio l’emblema della città e sopratutto simbolo della riunificazione. Davanti alla Porta fu realizzata una piazza, Pariser Platz, dove si trovano ancora oggi molti edifici importanti della città, come lo storico Hotel Adlon o l’Accademia delle Arti. Riconoscibile e visibile da qualsiasi angolo della città, la torre della televisione è l’edificio più alto di Berlino. Si trova ad Alexanderplatz, il centro della vecchia Berlino Est.

L’Isola dei musei è una delle maggiori attrazioni della Capitale e l’area con la maggiore concentrazione di musei al mondo per metro quadrato. Oltre il Duomo è composta da ben cinque musei: l’Altes Museum, il Neues Museum, il Pergamonmuseum, il Bode-Museum e l’Alte Nationalgalerie. Quando il tempo lo consente è consigliata una passeggiata tra le stradine che dividono il museo , fino a raggiungere il mercatino dell’usato situato lungo il Kupfergraben.

Per chi volesse immergersi nella quotidianità della città, è necessario raggiungere l’Oberbaumbrücke, il ponte rosso di Berlino che un tempo segnava il confine tra ovest ed est. Da qui è possibile godere di una splendida vista, sia verso il centro e la Torre televisiva di Alexanderplatz, che verso est con lo spettacolare  monumento Molecule Men. Alla fine dell’Oberbaumbrücke, inizia l’East Side Gallery, il pezzo di Muro più lungo (1300 metri) rimasto in piedi, che conta più di 100 murales di artisti da ogni parte del mondo. L’opera più famosa e costantemente oggetto di foto, video e selfie è senza dubbio il Bacio fraterno tra Honecker e Brèžnev.

Bacio Honecker e Brèžnev

Ma Berlino è una città che vive sopratutto di notte: il centro storico non è solo il cuore pulsante della vita diurna ma anche una delle zone nevralgiche della movida. Le zone di Mitte è piena zeppa di locali in grado di accontentare proprio tutti. Si va dai affinati lounge bar alle discoteche per finire alla zona più inn del quartiere Auguststraße, dove si trovano moltissimi ristoranti famosi ed eleganti e locali si ispirano a un vecchio stile retrò.