22
Ott

Barile ammette: “Ho preso i soldi, restituirò tutto”

Domenico Barile, ex presidente della Field, società in house della Regione Calabria, raggiunto da un provvedimento di custodia cautelare agli arresti domiciliari, è stato sentito dal Gip di Cosenza. Barile ha affermato: “Ammetto gli addebiti precisando che nel corso delle indagini abbiamo chiesto per tre volte di rendere dichiarazioni confessorie. Ribadisco la volontà del risarcimento del danno nel più breve tempo possibile che mi sarà dato. Mi riservo di fornire ulteriori chiarimenti al pm titolare delle indagini”. Poche dichiarazioni spontanee, sul resto invece si è avvalso della facoltà di non rispondere facendo intendere la volontà di parlare direttamente col titolare delle indagini, il pm Paolo Petrolo di Catanzaro. Le indagini su Barile sono partite lo scorso Dicembre, dopo la denuncia del revisore dei conti della Field, Maurizio De Filippo, che notando delle irregolarità aveva denunciato tutto prima in Consiglio Regionale, e dopo alla Procura della Repubblica.L’inchiesta condotta dalla Gdf, ha portato a scoprire un ammanco di 500mila euro.