23
Gen

Azienda rifiuti fallita a Vibo Valentia: chiesti 8 rinvii a giudizio

anziano Catanzaro

Nell’ambito dell’udienza preliminare per il processo relativo al fallimento della società “Proserpina spa” avvenuta nel 2008, il sostituto procuratore di Vibo Valentia, Vittorio Gallucci, ha chiesto il rinvio a giudizio di 8 persone. Fra queste, Michele Mirabello, attuale segretario provinciale del Pd di Vibo, e consigliere regionale e, in quel periodo, membro del Cda della società. Le altre richieste riguardano poi Giuseppe Betrò e Giandomenico Pata, entrambi revisori dei conti dell’azienda, Domenico Scuglia, Gino Citton, Marcella De Vita e Ciro Orsi, tutti ex amministratori della “Proserpina” e infine anche Giuseppe Ceravolo, ex sindaco di Vibo Valentia ed ex assessore provinciale. Per tutti, l’accusa è di bancarotta fraudolenta, per aver provocato il fallimento dell’azienda che si occupava della raccolta differenziata dei rifiuti, presentando nei bilanci e nelle relazioni, fatti materiali non rispondenti a verità, con un passivo totale di circa 10 milioni di euro. Attesa per il prossimo 28 gennaio la decisione del giudice.