28
Nov

Assemblea Pd a Falerna, Oliverio: “il commissariamento della sanità è fallito”

Per arrivare all’assemblea regionale del Partito Democratico il percorso non è stato né  breve, né facile: dalla richiesta all’effettiva seduta, avvenuta stamane a Falerna nel Catanzarese, molta acqua è passata sotto i ponti e come spesso accade in politica, gli scenari sono incredibilmente mutati rispetto a quelli di partenza.

A Falerna, al netto dei distinguo e delle diverse declinazioni dei ragionamenti, cosa che come è noto per il Pd è la quasi normalità, il convitato di pietra ha un nome e cognome: Massimo Scura. E’, infatti, al commissario che vengono riservate le bordate più dure e dirette. Traducendole in parole povere, potremmo dire che il coro quasi unanime è stato: grazie comunque per i danni fatti, ora però vai via.

“Purtroppo la gestione commissariale ha fallito, le condizioni della sanità calabrese, dopo cinque anni di commissariamento, si sono aggravate e non possiamo tergiversare. Abbiamo bisogno di una svolta radicale e riprendere il servizio fondamentale a tutela della salute dei cittadini”

Una posizione che se è scontata in bocca al Presidente della Giunta Regionale Mario Oliverio, suona un po’ diversa se declinata dal segretario regionale Ernesto Magorno: “Ho un giudizio negativo sulla gestione commissariale. In questo ultimo anno di commissariamento le questioni legate alla sanità si sono aggravate e l’obiettivo del Pd è di rivedere il piano di rientro, di chiedere al Governo di presentare una nuova proposta e chiedere la rinegoziazione e di uscire fuori dalla gestione commissariale.”

Quale che sia la conclusione dell’assemblea del Pd, un unico dato è certo: per Scura, dalle parti Dem calabresi, le campane suonano e non annunciano festa.