03
Mar

Antonella Pagliuso: “Francesco non ci verrà restituito né dalla verità né dalla giustizia” – INTERVISTA

Antonella Pagliuso

“È una giornata che segna un momento importante, per la verità che è giusto che ci sia per mio fratello e che tutti ci aspettiamo e per cui la nostra famiglia vive. Per il resto, per noi non è una giornata diversa rispetto agli ultimi mesi.”

Sono le parole di Antonella Pagliuso, sorella di Francesco, l’avvocato ucciso a Lamezia Terme il 9 agosto del 2016. Ora è stato scoperto il killer che, secondo gli investigatori, corrisponderebbe a Marco Gallo. (LEGGI LA NOTIZIA)

“A noi quello che è stato tolto non verrà restituito né dalla verità, né dalla giustizia. Ringrazio già da ora chi si è speso in questi mesi nella ricerca dell’assassino, con passione, la stessa che abbiamo noi. Non ci resta che aspettare. Per noi, anche quando sapremo chi è il mandante e chi ha voluto l’omicidio di Francesco, l’avranno ucciso per la seconda volta.”

Inevitabile, poi, un commento riguardo a quanto emerso dall’inchiesta e dichiarato dalla cosca, secondo cui Francesco Pagliuso avrebbe protetto Mezzatesta:

“Mio fratello era una avvocato e ha sempre percorso la via della lealtà, della giustizia e della correttezza e, soprattutto, del rispetto delle leggi, anche se ha difeso un soggetto che per una parte della sua vita era un latitante. Francesco ha fatto il suo lavoro, facendo in modo che il suo cliente pagasse la pena giusta per il reato che ha commesso.”

“Abbiamo bisogno che lo Stato dia una risposta a chi fa l’avvocato e a chi difende la giustizia e la legalità sul nostro territorio altrimenti dobbiamo andarcene e lasciare la nostra terra in mano a chi pensa di poter decidere la vita e la morte di chiunque.”

“Io – conclude Antonella Pagliuso – ho avuto accanto Francesco, un grande uomo, un grande avvocato e continuerò ad averlo fino a quando avrò respiro, lotterò per lui fino a quando mi sarà consentito. Se lo Stato non interviene nella nostra terra però, potrò combattere solo fin quando non ci sarà un nuovo 9 agosto.”