30
Ott

Agricoltura, Calabria: presentata la lotta al coleottero Aetinia Tumida

Dopo la Varroa e dopo la storica “camola del miele” due nuovi parassiti minacciano la nostra produzione di miele, principalmente quella calabrese. Questi insetti Sono figli della globalizzazione perché arrivano in Italia attraverso l’importazione di api regine (e delle loro “accompagnatrici”) per creare nuovi alveari o sostituire quelli non più produttivi. Lo spostamento di api “confezionate” da paesi come gli Usa, il Sud Africa e la Cina sta spostando anche il pericoloso coleottero Aetinia Tumida che, da larva, scava gallerie nei favi e fa fermentare il miele con le sue deiezioni. La lotta al coleottero che sta infestando per ora soprattutto gli alveari della Calabria è stata presentata ad Asti, al convegno “L’ape sentinella dell’ambiente” organizzato dall’Istituto zooprofilattico del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e dal Centro apistico regionale.