13
Mag

Ad Acri torna “Picitti Stories”: teatro, comunità e territorio – VIDEO

Picitti Acri

Teatro, comunità e desiderio di esplorare il territorio attraverso nuove forme di linguaggio artistico. Riparte “Picitti Stories”, progetto nato dalla creatività dell’associazione “ConimieiOcchi”.

Cofinanziato dalla Regione Calabria, il percorso artistico è ormai alla sua seconda edizione ed è sostenuto dal Comune di Acri. La prima edizione guardava al passato, partendo dal quartiere Picitti, un tempo cuore pulsante dell’entroterra cosentino.

E attraverso ricerca, teatro, installazioni e interviste, ne ha raccolto le memorie, elaborate nella performance finale come racconto di quel mondo perduto. “Picitti Stories tempo Presente” è il punto d’arrivo e di “ri-partenza” di questa riflessione, secondo capitolo del viaggio dell’associazione “ConimieiOcchi”.

Qui il borgo più antico di Acri diventa simbolo di un’Italia che scompare, ferita dall’abbandono delle aree interne. Gli scorci antichi di città e paesi, diventati spesso luoghi “fantasma”, oggi spingono a una riflessione profonda sulle migrazioni.

Così il fascino delle case diroccate, sventrate dal tempo e immerse nel silenzio, diventa protagonista di questo viaggio. Sarà la dedica a Santa Lucia, che sottende uno sguardo nuovo sulla realtà attraverso il rito di devozione che c’era un tempo, e che univa la comunità anche dopo l’abbandono, a segnare il cammino degli artisti.

Un progetto suddiviso in varie fasi: dai laboratori teatrali, a quelli sul turismo sostenibile. E poi la raccolta di storie e realizzazione di video sui temi legati al presente ad Acri e sul concetto di comunità. Fino al 2 giugno, con l’evento finale nel giorno della Festa della Repubblica: una performance che coinvolgerà la comunità, gli studenti, i migranti e altri artisti.