30
Set

Abusi sessuali a Melito Porto Salvo: il “branco” resta in carcere

Il Tribunale del riesame di Reggio Calabria ha rigettato i ricorsi degli indagati e accusati di far parte del branco che avrebbe abusato sessualmente di una ragazzina a Melito Porto Salvo, all’epoca dei fatti 13enne.

Resta così in piedi l’impianto accusatorio a carico di Giovanni Iamonte, Pasquale Principato, Daniele Benedetto, Michele Nucera, Davide Schimizzi, Lorenzo Tripodi, Antonio Virduci che rimangono in carcere.

Confermato l’obbligo di presentazione, invece, per Domenico Maria Pitasi per favoreggiamento personale. Fra gli indagati, inoltre, figurano il poliziotto, Antonio Schimizzi e l’infermiere, Giacomo Iachino.