16
Feb

A Reggio Calabria i killer colpiscono ancora: vittima un 53enne legato al clan Condello – VIDEO

Agguato Reggio Calabria Gallico

Si torna a sparare a Reggio Calabria, ancora una vittima caduta sotto i colpi mortali di un killer. Teatro dell’ultimo agguato è Gallico, quartiere Nord della città dello Stretto, sempre più una polveriera tra intimidazioni e danneggiamenti. (LEGGI LA NOTIZIA)

A cadere sotto i colpi dei sicari è Pasquale Chindemi, 53enne di Gallico superiore, impiegato come ausiliare del traffico all’Atam, ma con alcuni precedenti alle spalle, come il coinvolgimento nell’inchiesta Bless, perché considerato vicino al clan Araniti, storicamente legato ai Condello.

Secondo quanto ricostruito, due sicari, con il volto coperto, lo avrebbero atteso proprio sotto casa sua e, al rientro di Chindemi dal lavoro, hanno aspettato che scendesse dall’auto per iniziare a sparare. Inutile il tentativo di fuga: i due killer lo hanno ricorso e colpito senza dargli scampo.

Sul posto, sono arrivati i carabinieri del Comando provinciale, che hanno proceduto con i rilievi. Pochi indizi arrivano invece dalle telecamere presenti in zona: una sarebbe riuscita ad inquadrare i due uomini, ma il loro volto è totalmente occultato dal passamontagna.

Ma in zona non è la prima volta che si spara: era già accaduto nel 2016, quando fu ucciso un 34enne di origini marocchine mentre nel maggio dello scorso anno fu il tabaccaio Bruno Ielo ad essere colpito mortalmente mentre tornava a casa.

Episodi differenti, dunque, ma che potrebbero rientrare in un disegno e una lotta di potere più grandi di loro.