24
Mag

Mdp Cosenza: “Razzi all’Unical? Presenza imbarazzante”

Che l’Italia fosse un Paese nel quale i comici riescono ad avere grande successo in politica era questione già nota, ed alla notizia che il Senatore Antonio Razzi fosse stato invitato a concludere un dibattito di politica estera all’Università della Calabria, la prima reazione da parte di molti è stata quella che si trattasse di una fake news – e che in realtà tra i relatori ci fosse Maurizio Crozza, la cui abilità nel calarsi nei panni del personaggio è sicuramente “indubbia”.

E’ quanto dichiarato, in una nota, da Cgil Cosenza e Cgil Giovani. E invece no. L’invito – si legge ancora – a partecipare il prossimo 25 maggio ad un seminario sui rischi di un eventuale conflitto mondiale tra Stati Uniti e Corea del Nord, è stato indirizzato alla Commissione Affari Esteri del Senato da parte di un’associazione studentesca, ed avrebbe ricevuto la solerte adesione del Senatore Razzi, che ne è peraltro il Segretario. Le conclusioni dell’iniziativa sono state affidate proprio a Razzi in qualità di “esperto” in materia.

Vere e proprie missioni di pace quelle del Senatore, che non ha mai celato i suoi personali apprezzamenti per il dittatore Kim Jong-Un e per la Corea del Nord, paragonata alla sua amata Svizzera per precisione negli appuntamenti e pulizia delle strade.

Anche Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista Cosenza e provincia è contrario alla presenza di Razzi all’Unical, che, come scrivono, la trovano “imbarazzante”.

Troppe dunque le polemiche, tant’è che gli organizzatori hanno deciso di spostare l’appuntamento qualche centinaio di metri più a sud, in un hotel di Rende. Oltre alla location cambierà evidentemente anche la scaletta del convegno. Viste le numerose defezioni dei relatori, per lo più docenti dell’ateneo di Arcavacata, al momento di certo c’è che il senatore di Forza Italia discuterà del tema che da il titolo al convegno, con gli organizzatori e con quanti vorranno partecipare.