24 aprile 2017

Confcommercio Cosenza, Federmoda: pronti percorsi formativi per il settore moda

massimo_torti

Una grande partecipazione ha caratterizzato il Consiglio Direttivo di Federazione moda Italia della provincia di Cosenza, svoltosi in mattinata presso Confcommercio e presenziato, eccezionalmente, dal Segretario Generale di Federmoda Nazionale, Massimo Torti, che ha voluto iniziare il suo tour di incontri calabresi proprio dalla federazione Cosentina.

Federmoda rappresenta le attività di commercio al dettaglio ed ingrosso nei settore moda, abbigliamento, calzature, pelletteria, accessori ed articoli sportivi. È impegnata nella tutela di uno dei comparti strategici per il nostro Paese e si pone come punto di riferimento efficace per una categoria che produce eccellenze e che si assesta tra le più trainanti dell’economia italiana e dell’immagine del “made in Italy”.

Gli imprenditori locali hanno accolto con entusiasmo l’incontro, soprattutto per la possibilità di confrontarsi con il Direttore Generale Torti che ha analizzato nel dettaglio la situazione del settore moda tra criticità, urgenze e richieste degli operatori.

Nel corso del Consiglio aperto, guidato dal Presidente provinciale, Giovanni Amendola, molti sono stati i temi trattati: dalle nuove opportunità di crescita per le imprese già esistenti e le start-up all’esigenza di individuare strategie vincenti di medio-lungo termine; dalla necessità di formare gli operatori sulla comunicazione d’impresa alle modalità di acquisizione di competenze creativo-motivazionali per lo svolgimento delle “nuove” attività commerciali. Si è inoltre parlato del “negozio del futuro”, ovvero un modo nuovo di interpretare l’impresa che valorizza il commercio locale e contribuisce a dare una visione moderna dei cambiamenti che ormai caratterizzano la realtà economica quotidiana.

“O si cambia e si ci allinea ai nuovi trend del mercato moderno o si muore” – ha sottolineato il Segretario Generale di Federazione Moda Italia, Massimo Torti - “Le imprese vivono una delicata fase di cambiamento che impone loro di adeguarsi velocemente alle richieste dei consumatori. Il mercato esige il ricorso alla complementarietà e alla multicanalità, parole d’ordine di un’economia che sta mutando e che talvolta, purtroppo, si scontra con le grandi potenzialità inespresse delle nostre imprese. A tal proposito – ha continuato Torti – sono necessarie azioni concrete e programmi di sostegno che sappiano spronare le abilità delle aziende ed accompagnarle verso il raggiungimento di risultati importanti”.

Dello stesso avviso il Presidente provinciale, Giovanni Amendola, che ha evidenziato l’esigenza di innovare “ad esempio venendo incontro alle abitudini di consumo dei nuovi clienti e puntando su una maggiore professionalizzazione della categoria. Molte sono le iniziative che stiamo mettendo in campo per sostenere il settore, soprattutto in ambito formativo, mediante l’organizzazione di incontri, seminari e workshop per irrobustire la capacità competitiva dei nostri operatori”.

Su questo fronte, Federmoda e Confcommercio Cosenza sono già pronte per l’avvio di percorsi formativi dedicati agli operatori del settore, come ha sottolineato il Direttore di Confcommercio Cosenza, Maria Cocciolo: “Tanti sono i progetti in cantiere che puntano alla crescita economica del sistema provinciale. Nuovi percorsi formativi nel campo delle strategie di marketing, delle nuove tecniche di vendita e delle comunicazioni innovative. Moduli ad hoc per la formazione del commerciante e dei suoi dipendenti, in linea con le richieste di clienti sempre più esigenti ed informati”.

Quello della moda è un comparto vivace e promettente e rappresenta un’eccellenza non solo in ambito nazionale ma anche a livello locale. È necessario, come hanno sostenuto a gran voce gli intervenuti, supportare le imprese locali e scommettere su un settore, che più di altri, può risultare davvero vincente.

FacebookTwitterGoogle+Share

Tag